L’Italia, nuovo epicentro della pandemia, ha lezioni per il mondo

Ma ancor più significativamente, secondo Zampa, l’Italia ha guardato all’esempio della Cina non come un monito pratico, ma come a un “film di fantascienza che non ci riguardava”. Quando il virus è esploso, l’Europa e gli Stati Uniti, ha dichiarato, “hanno guardato noi come noi avevamo guardato alla Cina”.

Già a gennaio, alcuni governatori di destra hanno provato a spingere il Premier Conte, loro ex alleato e ora avversario politico, a mettere in quarantena gli alunni delle regioni settentrionali di ritorno dalle vacanze in Cina, una misura finalizzata a proteggere le scuole.

Molti esponenti di sinistra hanno criticato la proposta come un allarmismo di matrice populista. Conte ha rifiutato l’iniziativa e ha risposto che i governatori del nord dovevano fidarsi del giudizio delle autorità incaricate dell’istruzione e della salute che, ha affermato, non avevano proposto tali misure.

Conte ha però anche dimostrato di prendere sul serio la minaccia del contagio e il 30 gennaio ha bloccato tutti i voli da e verso la Cina.

“Siamo il primo Paese che adotta una misura cautelativa di questo genere”, ha affermato.

Nel corso del mese successivo, l’Italia ha risposto rapidamente alla minaccia del coronavirus. Due turisti cinesi e un italiano di ritorno dalla Cina, tutti affetti dalla patologia, hanno ricevuto cure da un importante ospedale per malattie infettive di Roma. Un falso allarme ha portato le autorità a confinare brevemente i passeggeri su una nave da crociera ancorata fuori Roma.

Quando il 18 febbraio un uomo di 38 anni si è recato al pronto soccorso di un ospedale di Codogno, una cittadina della provincia di Lodi in Lombardia, riportando gravi sintomi influenzali, il caso non ha fatto scattare l’allarme.

Il paziente ha rifiutato il ricovero nella struttura ospedaliera ed è ritornato a casa. Le sue condizioni sono peggiorate e si è quindi recato nuovamente in ospedale poche ore dopo, dove ne è stato disposto il ricovero in un reparto di medicina generale. Il 20 febbraio è stato ricoverato in terapia intensiva, dove è risultato positivo al virus.


Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *